Antonio Mastrapasqua: le novità europee nel settore del gaming

Nel corso degli ultimi tempi sono sempre di più gli Stati europei che portano all’attenzione della Commissione Europea le nuove norme legate al settore del gaming nazionale, le quali devono essere sottoposte ad un periodo di stand still in cui la Commissione stessa e i Paesi membri dell’Unione Europea hanno la possibilità depositare le proprie riflessioni.

Il legislatore spagnolo ha presentato alla Commissione un testo relativo alle comunicazioni commerciali delle attività di gioco con annessa una specifica disciplina relativa alle comunicazioni per il gioco responsabile. Il decreto emesso in Spagna si pone l’obiettivo di tutelare la salute dei cittadini, di proteggere i soggetti più a rischio, come ad esempio i minori, e di dare un segnale forte per il contrasto del fenomeno della dipendenza da gambling. Una particolare attenzione è stata dedicata al tema della pubblicità, all’interno della quale è stato posto il divieto di inserire immagini o voci di bambini, fatta particolare esclusione per ciò che riguarda la lotteria natalizia del Gordo de Navidad. Ulteriori divieti sono stati imposti per le sponsorizzazioni inserite nell’ambito di eventi sportivi e all’interno di tutti i contenuti rivolti ad un pubblico di minori, oltre che nell’utilizzo di testimonial che possano esercitare un’attrazione nei confronti di bambini ed adolescenti. Inserite anche alcune eccezioni che consentono l’utilizzo dei testimonial per la sponsorizzazione del gioco responsabile e che permettono la pubblicazione di palinsesti o offerte di betting a patto che vi sia inserita una chiara indicazione del bookmaker e una specifica limitazione temporale.

Anche Romania e Grecia hanno presentato le proprie proposte: la prima per quello che riguarda la nuova regolamentazione del gioco online o a terra e il nuovo regime impositivo che verrà applicato, mentre la seconda ha redatto un’apposita regolamentazione per il settore delle videolotterie e in particolare per le modalità di ottenimento delle licenze, prevedendo le previsioni di transazione dei giocatori tramite l’utilizzo di sistemi centralizzati CHS, tessere nominali, conti gioco individuali, in modo da tener tracciata ogni tipo di attività ed eventualmente intervenire in caso di abusi.

Antonio Mastrapasqua: le novità europee nel settore del gamingultima modifica: 2015-04-20T10:33:20+00:00da antoniomastrapa
Reposta per primo quest’articolo